Organizzazione aziendale… Il budget

Organizzazione aziendale

Ogni anno, nelle aziende che implementano la contabilità analitica, inizia la guerra, che finirà solo quando sarà stato prodotto, dai responsabili dei centri di costo, “il budget”.

Questo documento interno, “il budget”, non rappresenta solo la lista della spesa per l’anno di riferimento, ma è un vero è proprio progetto di lavoro, per l’intero periodo di lavoro a cui si riferisce.

In esso ogni responsabile di centro di costo deve riportare le seguenti cose:

  • gli obbiettivi che intende raggiungere;
  • come intende raggiungere questi obbiettivi;
  • quando, nel progetto, prevederà di raggiungerli;
  • quali risorse, sia persone che attrezzature, gli occorrono per raggiumgerli;
  • piano economico e finanziario, per le risorse economiche necessarie a raggiungere gli obbiettivi.

Solitamente gli obbiettivi del centro di costo sono dei sotto-obbiettivi aziendali, in quanto nascono da macro obbiettivi, esplicitati in un piano industriale approvato dagli organi direttivi aziendali.

A questo punto inizia la battaglia tra i “si deve fare” dei responsabili dei centri di costo che vogliono fare sempre tutto, ed i “si può fare” degli organi direttivi che devono vagliare le validità dei budget sugli obbiettivi, e le risorse economiche assegnabili ad ogni singolo centro di costo.

In un’azienda ideale questo processo dura il tempo di uno scambio di battute, nella realtà il tempo necessario a trasformare una bozza di budget in un budget definitivo dura anche diversi mesi.

Una volta definito il budget finale del centro di costo e quello complessivo aziendale ed approvato dagli organi direttivi, si inizia il walzer degli avanzamenti di budget. Sessioni infinite dove si verificano le spese effettuato da ogni centro di costo e gli obbiettivi raggiunti, e dove sovente, specialmente in periodi di crisi, possono essere tagliate risorse ad un centro di costo o addidittura cancellati interi gruppi di obbiettivi.

Detto cosi può sembrare una cosa inutile e stancante, ma realizzare un piano di budget per un responsabile di centro di costo è sempre un’attività molto stimolante e che ne esalta le doti manageriali. Se gli organi di controllo sono disponibili al dialogo serio, la crescita professionale è notevole da ambo le parti. Inoltre per un’azienda seria gestire correttamente i costi con una contabilità analitica permette di ridurre notevolmente gli sprechi e soprattutto gli oneri finanziari quando si lavora con credito bancario.

Scritto da

Share